cashmere

Come scoprire splendide isole della Repubblica di Indonesia

gennaio 31, 2018 admin 0 Comments

Repubblica di Indonesia è il più grande paese delle isole del mondo, composto da oltre 17 500 isole tra cui troviamo Giava, La Nuova Guinea, Bali, Lombok e le Isole Gili. Per gli abitanti dell’Europa, questo paese è esotico, dove è sempre estate.

E per questo motivo è la destinazione ideale delle vacanze. È impossibile visitare tutte le isole dell’Indonesia in un qualche settimane nemmeno quelle più famose ma se avete due settimane di vacanza potreste facilmente visitare Bali, Lombok e tre piccole Isole Gili perché sono situate vicine l’una all’altra. Come preparare il vostro viaggio? Prima di tutto si deve controllare i voli (https://www.lot.com/it/it/rivista-kaleidoscope) più convenienti.
cashmere
Autor: Tom Chapman
Źródło: http://www.flickr.com
Gran parte dei viaggiatori europei arrivano a Bali in aereo all’aeroporto che si trova a Denpasar. Per Bali i voli partono da tante città europee. Il volo da dalla capitale dell’Italia dura in totale 15 ore con un cambio a Doha. E con quale mezzo di trasporto visitare Bali? È possibile prendere un taxi o noleggiare uno scooter. Da Bali all’isola di Lombok ci sono tanti voli che durano solo 30 minuti e sono economici oppure potete prendere una barca. La traversata dura più di 4 ore. L’ aeroporto di Lombok si trova nella parte sud dell’isola. Lombok non è cosi turistico come l’isola di Bali e per Questo non ovunque potete trovare una macchina con autista ma potete affittare un moto dappertutto. Per quanto riguarda lo spostamento Lombok – Gili, la barca parte ogni 30 minuti dalla matina alla sera ma dall’aeroporto al porto settentrionale dovete prendere taxi perché la distanza è di circa 60 chilometri.

Le isole Gili sono non sono grande eci sono tre isole: Gili Trawangan, Gili Meno e Gili Air. Per esempio la più grande delle isole – Gili Trawangan ha solo 15 chilometri dunque non ci sono le auto perché non ci sono le strade e si muove a piedi o in bici.
#di trasporto#Europa#Questo#rad

Previous Post

Next Post